Gattinoni reinventato dall'Accademia Italiana e sulla capacità di cogliere le chance


Per quanto la moda la si possa raccontare attraverso le pagine di un blog, la vita virtuale non è niente se non è affiancata al contatto vero con gli stilisti e chi la moda la fa, la crea da un disegno fino a portarla in passerella o in una mostra.

E' quello che ho avuto modo di apprezzare alla press conference di Gattinoni tenutasi qualche giorno fa presso la sede romana dell' Accademia Italiana Arte, Moda e Design. Quì crescono i giovani talenti del futuro, i prossimi stilisti che vedremo in passerella a Milano o ad Alta Roma, ma anche designer e artisti. Certo i sogni sono grandi e legittimi ma se non ci fosse qualcuno pronto ad offrire gli strumenti per realizzarli, resterebbero tali.

 

E' grazie alla Maison Gattinoni e al suo Presidente Stefano Dominella se le più utopiche fantasie di questi studenti sono divenute realtà, come reinventare i grandi abiti che hanno fatto la storia della casa di moda romana.
Una sfida vera e propria per via dell'utilizzo di materiali insoliti, come la carta che generalmente si usa per confezionare le torte o confetti e caramelle per adornare le cinture. Impossibile interfacciarsi con questa mole di lavoro senza l'ausilio dei professori dell'Accademia e del suo Presidente Stefano Giubba.
Tutti noi abbiamo bisogno di qualcuno che ci dia una chance, nel frattempo studiamo e lavoriamo per essere pronti quando arriverà quel momento!





 

 
Ida Galati alle prese con il vestito luminoso.

Etichette: , , , , ,