||Good Morning Post n.5|| 1 Dicembre 2012, sabato: NO AIDS e riflessioni sul Natale



Dicembre è arrivato e con lui anche il conto alla rovescia per il Natale.
Una festa che ormai tendo più a ritenere consumistica che religiosa o affettiva.
Da tempo non ne sento appieno lo Spirito e spero ogni anno che, nel mio Natale, ci sia davvero un episodio o un gesto di riconciliazione con qualcuno che mi faccia riflettere e mi allegerisca il cuore.
Del resto se è vero che a Natale siamo tutti più buoni è altrettanto vero che dal 26 mattina sembra che tutto ritorni com'era prima.
Ormai chi ci crede più, scusate.
Per i pochi fortunati che hanno una famiglia unita, gli altri si trovano a dover andare a pranzo da parenti che non augureresti neanche al tuo peggior nemico...suvvia!



La corsa ai regali che diventa uno stress, un dovere più che qualcosa di sentito/voluto non mi piace.
E lo dice una a cui piace fare regali e che nel suo piccolo è sempre stata generosa con le persone senza chiedere niente.
Perchè sono fatta così, Natale o meno.



Inizio a pensare a cosa davvero sento di volere in fondo al mio cuore per il Natale e sicuramente non sarà una trousse nuova o un paio di scarpe (anche se ovviamente non mi fanno schifo, ecco), ma spero di riuscire a continuare a credere in me stessa e nei miei sogni.




Una cosa che vorrei più di tutte è mantenere la capacità di avere sempre voglia di imparare, di non essere superficiale, di aver qualcosa da insegnare.
Questo è il regalo che chiedo da me a me.
Mentre agli amici chiedo di volermi bene e starmi vicino per quella che sono.
Ai miei genitori di starmi vicino come già fanno, anche se ci vediamo tre o quattro volte l'anno e di supportarmi nelle mie scelte.



Questo è davvero quello che vorrei....



Intanto, oggi Primo Dicembre è la giornata Mondiale contro l'AIDS, una malattia che ogni anno conta milioni di vittime e che spesso non viene ritenuta prioritaria per la ricerca e le vaccinazioni a discapito di malattie definite "dei ricchi" che portano maggiori introiti alle industrie farmaceutiche.

Se potete, passate da OVS e acquistate una delle maglie realizzate dai figli d'arte il cui ricavato verrà devoluto in beneficienza. I prezzi vanno dai 19.99 ai 29.99 euro.


Etichette: , , , ,