||Beauty News|| Questione di beauty-case e cura di sè



A volte ci penso e dico: "Ho sbagliato tutto!", avrei dovuto capire e prima quali erano le mie capacità 'migliori' e puntare su quelle per fare un lavoro, poi, che forse mi avrebbe appagato di più e reso più felice.
Non che quello che faccio non mi piaccia o non mi aggradi, ma forse ce ne sarebbero stati altri che mi avrebbero "fatto stare meglio" e meno "alienata" sotto certi aspetti.

Quando ero piccola sono cresciuta con una mamma parrucchiera e tante zie giovani e passavo ore e ore a guardarle truccarsi, tanto che non appena sono diventata grande abbastanza, è stata proprio una di queste care zie a farmi il mio primo regalo beauty, fondando così la prima pietra miliare della mia poi lunghissima e duratura relazione con il mondo della cosmesi e del make up.

lisa eldridge


Ricordo ancora la piccola pochette arancione di Bottega Verde con dentro rimmel e matita nera occhi...
Da allora le prime trousse rubate a mamma, mi ricordo ancora una dell'Avon che aveva un lilla ed un bianco perlato meravigliosi ed il lucidalabbra...niente fondotinta, eyeliner...quelli li ho iniziati ad usare tardi perchè mi facevano sentire troppo grande.

La sera quando ci preparavamo per uscire, io ero solita truccare le mie amiche e lo facevo con piacere, applicando tutti i metodi imparati guardando mia madre, le sue clienti e soprattutto mia zia...una make up artist mancata insomma.

garance dorè

Ed ora rimpiango un pochino non aver portato avanti quella passione che sarebbe potuta diventare, forse, un lavoro.
E mi rendo conto di quante ragazze abbiano voglia/bisogno di farsi aiutare ed imparare a truccarsi e a valorizzarsi e di quanto un programma come quello di Clio Make Up su Real time sia stata un'ottima trovata, in apparenza così scontata, ma che prima d'ora nessuno ancora aveva proposto.


vanessa paradis
Perchè si sa, è più facile copiare che pensare cose nuove e allora dopo innumerevoli programmi di cucina nessuno aveva pensato ancora a dei programmi  che aiutassero le donne a fare qualcosa di così semplice, ed allo stesso tempo spesso complicato come valorizzarsi con il trucco.




Quando esco con le mie amiche c'è sempre qualcuna che mi dice: "Hai visto? L'ho imparato guardando Clio su Real time...hai visto che differenza? Basta poco...".

Spero che presto ci siano sempre più programmi che abbiano scopi lungimiranti sulle donne ed il loro piccolo grande mondo, che non è solo quello della cucina e dei fornelli o dei trucchi e dei vestiti, ma anche su temi più delicati come l'anoressia, la violenza domestica, la maternità e la lista sarebbe lunga...

Etichette: , , ,