||Fashion news|| Calendario Pirelli 2013, addio nudo, la svolta "etica"


Esclusiva di Vanity Fair

I più grandi fotografi della moda hanno dato, con i loro scatti erotici, nel corso degli anni, la firma al Calendario Pirelli, per questo motivo diventato negli anni un vero e proprio oggetto di culto, attessissimo.
Dopo le ultime immagini hot immortalate dall'occhio controverso di Terry Richardson, il cosiddetto 'nudo artistico' ha lasciato, per la prima volta, lo scettro ad una svolta "etica".


 E' notizia di oggi, infatti, che il Calendario Pirelli del 2013 sarà realizzato dal grande fotografo di guerra, Steve McCurry e le modelle poseranno vestite.
Pubblicati in anteprima su Vanity Fair i primi scatti inediti, tra le modelle anche la bellissima Adriana Lima in dolce attesa.
A fare da set l'affascinante Rio De Janeiro, tra la sua natura rigogliosa che si fonde con i quartieri popolosi della città.



Il Calendario Pirelli è nato nel 1964 da un'idea della filiale inglese del marchio, realizzato a tiratura limitata e per un ridotto numero di clienti e Vip, non viene venduto e per questo si è creato un alone di "mito" intorno agli scatti che ogni anno fanno, ora grazie al web, il giro del mondo.



Ma vediamo al nudo, per la prima volta le modelle saranno vestite, questo perchè lo scopo del Calendario sarà interpretare attraverso gli scatti di McCurry, l'anima altruista delle donne, dopo anni di messa in evidenza della parte invece più erotica, e di questo ne siamo contente, no?


Non vedo l'ora di ammirare gli scatti di McCurry, per consolarmi ho fatto un giro sul suo sito ufficiale, ci sono foto che lasciano davvero senza parole, vi consiglio di dare un'occhiata (quello sopra della ragazza afghana è il più celebre).

Etichette: , ,