2012 starts near the sea: my New Year's Eve

 io ai fornelli, cena a base di pesce!

Tavola improvvisata, portacandele creati con delle vecchie tazzine ed un vino da nome azzeccatissimo...
non poteva mancare il discorso di Napisan!


Benvenuto nuovo anno sulla spiaggia!

Ieri è stata una serata all'insegna dell'improvvisazione, non amo particolarmente il Capodanno, soprattutto la frenesia della gente, il doversi divertire a tutti i costi, i petardi pericolosi, il caos, la gente che spinge e strattona nelle piazze...
Sarà l'età che avanza, ma devo dire che posso ora scriverlo con cognizione di causa, dato che ho trascorso tutti i tipi di capodanno possibile (credo): in discoteca con gli amici, lavorando a capodanno in discoteca, festa nel pub del Paese, festa in casa con amici, festa con amici fuori città, capodanno a Firenze, Bologna, Siena, Roma, capodanno all'estero, a Parigi, capodanno al sud, a Palermo, a Trani...
Quest'anno non volevo stressarmi e soprattutto spendere una cifra spropositata per cenare in qualche posto e poi partire con il trenino a mezzanotte...per carità non c'è niente di male, ma quest'anno è andata diversamente.
Cena intima e poi a mezzanotte su una spiaggia di un paesino fuori Roma, praticamente deserta!
Solo noi, il mare e qualche stella da far brillare come quando ero bambina, la costa illuminata dai fuochi d'artificio, un mare calmo ed una luna bellissima, cosa desiderare di più!
Voi come avete trascorso il Capodanno, spero sia stata una bella serata all'insegna dell'allegria!



Etichette: ,