Avamposto - Documentario sui giornalisti minacciati dalla mafia






Quando chi fa informazione entra nel mirino della mafia, forse è perchè sta scrivendo o dicendo qualcosa di vero, che dà fastidio a qualcuno e qual è il miglior modo per la gente senza scrupoli che si nasconde sotto il nome di mafia per farli tacere? Intimidire e minacciare di morte... Ecco cosa racconta il documentario 'Avamposto', racconta di quell'Italia che scrive e racconta, di quei giornalisti che fanno davvero il loro lavoro, che denunciano...e non stiamo parlando delle grandi metropoli, ma dei piccoli paesini della Puglia, della Calabria...dove non è vero che tutto è perduto, dove non tutti vogliono andare via e abbandonare la propria terra a balordi senza scrupoli, dove chi rimane, vuole fare qualcosa per far cambiare le cose... Ora forse sapete che oltre ai politici, molti giornalisti vivono sotto scorta. Perchè in questo blog non si parla solo di moda e tendenze, ma anche di libertà, libertà di pensiero, di parola, di denuncia...perchè la libertà è bellezza.

Etichette: