Sudan: donne frustate perchè indossavano i pantaloni

Quante volte, troppe forse..diamo per scontato ciò che siamo, ciò che abbiamo, cò che possiamo fare...lo diamo per scontato fino a quando non arrivano ai nostri occhi o alle orecchie notizie che ci turbano, ci fanno riflettere, ci nauseano...
Questa mattina su La Repubblica ho letto questo articolo
http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/esteri/sudan-donne/sudan-donne/sudan-donne.html
Racconta di alcune donne che in un ristorante della capitale del Sudan, sono state arrestate perchè indossavano un abbigliamento ritenuto "indecente" (dei pantaloni). L'abbigliamento in questione è quello che vedete nella foto.
sudan
L'arresto prevede anche delle frustate, 40 per la giornalista che vedete nella foto.
Allora penso che io non posso capire, perchè credo che se una cosa non la vivi non la puoi capire mai fino in fondo. Io non posso capire cosa si provi ad essere donna in un Paese in cui la mattina ti svegli e non sei libera di indossare quello che vuoi, dove i matrimoni sono combinati, dove la tua vita è decisa dalla tua famiglia, dove tuo marito può decidere di avere altre mogli oltre te, dove c'è l'infibulazione...
io non posso capire...

Oggi molti blogger hanno "scioperato" contro il decreto Alfano e la volontà da parte del Governo di controllare l'informazione.
Io spero solo che la libertà di informare, di parlare, di vivere , di esprimersi, fino a quando non danneggi veramente il prossimo rimanga UN VALORE INVIOLABILE DELLA NOSTRA SOCIETA'  E DELL'ESSERE UMANO IN QUANTO TALE.

Etichette: , ,