Tori Spelling: la felicità non si compra

Qualche post fa parlavo di chirurgia estetica e anche oggi, sono costretta a ritornare sull'argomento.


tori1


Vedendo in giro per il web le foto di Tori Spelling, più famosa come Donna di Beverly Hills, in versione anoressica, la cosa che più mi ha scioccato del suo corpo non è stata tanto l'eccessiva magrezza, che sembrerà brutto dirlo, ma un pò ci ha assuefatti, bensì il suo seno, palesemente siliconato che rimaneva aggrappato lì, alla sottile pelle che lo divide dallo scheletro.


tori3tori2


Le due protesi così ben in evidenza, quello che rimane di innaturale, quando il tuo corpo è svuotato sono due sfere di silicone.


E questa é la bellezza d'oggi? Questi i canoni a cui dobbiamo aspirare? Essere scheletriche ma conservare le curve?


E se con l'eccessivo dimagrimento le forme dovessero scomparire farsele creare, modellare con del silicone, così sì che potremmo dire di essere perfette?


Potremo dire di avere le curve giuste al posto giusto, anche se questo ci ha portato a fare un'anestesia totale, a stare mesi e mesi doloranti a casa per l' intervento e tutto ciò che ne comporta.


Io mi dissocio apertamente da questa idea di bellezza, e voi, come la pensate, che cos' è per voi la bellezza?


 

Etichette: , , ,