Scarlett Johansson a Milano con Dolce e Gabbana

In questi giorni c'è un gran parlare sui giornali, in tv e ovviamente su internet della settimana della moda milanese tra segnali di crisi, e di forzato ottimismo, la giostra della moda continua il suo spettacolo.
Ma c'è anche chi non sembra essere stato colpito dai venti gelidi di caduta del PIL e investe, non solo nel suo campo, la moda, ma anche in un settore di cui non è diretto produttore: i due temerari sono Domenico Dolce e Stefano Gabbana.

scarletta milano
Da anni sulla cresta dell'onda, hanno deciso come altri noti stilisti italiani (Versace e Giorgio Armani), di lanciare una propria linea di cosmetici.
Certo una mossa vincente visto il successo che hanno riscontrando altri Brand della Moda che hanno investito nome e capitale in altri settori merceologici.


scarlettmilano2
Una scelta che invece non ho tanto condiviso è stato scegliere SCARLETT JOHANSSON come testimonial.
Credo che scegliere un'attrice che abbia già posato per altre campagne pubblicitarie (L'Oreal, Louis Vuitton...) sia poco ridondante a livello di impatto pubblicitario.

scarl

Inoltre, ho sempre apprezzato nei due stilisti, la scelta nelle campagne pubblicitarie, ad esempio sui profumi, di donne mediterranee, italiane, mi sarebbe piaciuto che anche in questo caso la scelta cadesse su una figura meno inflazionata.

Etichette: