Lezioni di moda: origini del vintage.

 


 


Vintage


Da oggi inauguro su Visual Fashionist una nuova rubrica, intitolata: Lezioni di moda.


Ho pensato che per essere qualcosa di più che semplici fashion victim, occorre conoscere più da vicino questo mondo che tanto ci affascina.


Proverò a fornirvi qualche informazione p curiosità in più, su origini di stili, tendenze, costume, figure carismatiche della moda, stilisti, designers e molto altro ancora..se avete qualche curiosità, non esitate a chiedere e scrivetemi a robertacostantino@hotmail.it


Oggi parliamo di Vintage:


Il fenomeno vintage, potremmo definirlo tale, è oggi più che mai diffuso. Grazie al web la possibilità di commercializzare oggetti o abiti del passata si è moltiplicato all’ennesima potenza, per mettendo a chiunque di vendere, i propri pezzi agè e a molti altri di diventare possibili acquirenti e quindi nuovi proprietari.

I meccanismi di vendita, con l’ausilio dei numerosi siti web dedicati all’e-commerce, si sono semplificati, permettendo una diffusione notevole del fenomeno.

Ma procediamo con ordine:

Vintage è un attributo che definisce le qualità ed il valore di un oggetto prodotto almeno vent’anni prima del momento attuale e che può altresì essere riferito a secoli passati senza necessariamente essere circoscritto al Ventesimo secolo. Gli oggetti definiti Vintage sono considerati oggetti di culto per differenti ragioni tra le quali le qualità superiori con cui sono stati prodotti, se confrontati ad altre produzioni precedenti o successive dello stesso manufatto, o per ragioni legate a motivi di cultura o costume.

Anche se pronunciato impropriamente all’Inglese /vinteig/, il vocabolo deriva dalla locuzione di lingua francese l’age du vin (l’annata del vino) e, per estensione, da vendange (vendemmia). La pronuncia corretta è quindi /véntadg/[1].

Se volete mandarmi una foto del Vostro abito o accessorio vintage preferito, verrà publicato sul blog…presto metterò una foto del mio pezzo cult!

Si utilizza il termine Vintage per definire anche la moda d’epoca intesa come patrimonio storico e culturale rappresentato da importanti capi d’abbigliamento, accessori, bijoux e altri oggetti di vanità. Comunemente, questa branca del Vintage è definita in Francese come “Mode Vintage” e nell’Inglese come “Fashion Vintage”. L’abito o l’accessorio vintage si differenzia e contraddistingue dal generico “Second Hand” (l’usato) poiché la caratteristica principale non è quella di essere stato utilizzato in passato quanto piuttosto il valore che progressivamente ha acquisito nel tempo per le sue doti di irripetibilità e irriproducibilità con i medesimi elevati standard qualitativi in epoca moderna nonché per essere testimonianza dello splendore di un’epoca passata e per aver segnato profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda, del costume, del design coinvolgendo e influenzando gli stili di vita coevi e, più in generale, l’arte e la cultura.

 

Etichette: